Tv: il 'matrimonio' di Pupi Avati in una fiction di Rai1

Roma, 20 dic. (Adnkronos) - Una saga familiare, una narrazione attraverso le generazioni dal dopoguerra ai giorni nostri. Pupi Avati racconta il suo matrimonio bolognese, la storia prima di coppia e poi di famiglia che lo ha visto protagonista insieme a sua moglie. E lo fa su Rai1, in prima serata, con una fiction - ma la parola non piace al regista, nè ai suoi attori ("chiamiamolo romanzo, film, fiction è riduttivo") - perché "la televisione raggiunge il Paese ed è qui che ci sono opportunità produttive. Molti miei colleghi che non lavorano -ha aggiunto Avati- potrebbero essere meno schizzinosi e avvicinarsi alla tv. Si possono fare cose di qualità, anche a costo di sacrificare un punto e mezzo di share". In onda in sei puntate da domenica 29 dicembre, 'Un matrimonio' percorre la vicenda di una coppia (nei cui panni ci sono Micaela Ramazzotti e Flavio Parenti), ma pure di una gigantesca rete di legami familiari (i personaggi sono 259) e dell'Italia che cambia, osservata, come in lontananza, dalla provincia.

"Questo progetto -ha spiegato Pupi Avati nella conferenza stampa di presentazione della fiction- ha un suo senso nel riconsiderare il matrimonio come istituto di grande centralità. Credo che l'assenza della famiglia, venuta a mancare al suo ruolo, sia il grande problema di oggi. Mia moglie -ha aggiunto interrogato sul segreto del suo rapporto di coppia- è come un hard disk. Dentro di lei ci sono tutti i miei file. Mi ha visto al meglio e al peggio in tutte le età della mia vita. È il mio co-sguardo sulle cose". Il soggetto, partorito dal regista nel 2004, non convinse il primo direttore di Rai Fiction cui fui presentato, Agostino Saccà, e piacque, invece, a Fabrizio Del Noce che lo portò in Consiglio di Amministrazione. "Siamo molto contenti -ha detto il vicedirettore di Rai Fiction, Luca Milano- di chiudere il 2013 e a aprire il 2014 con un film di Pupi Avati".

Nel cast, accanto a Micaela Ramazzoti e Flavio Parenti, ci sono anche Andrea Roncato, Valeria Fabrizi, Christian De Sica, Katia Ricciarelli, Mariella Valentini, Ettore Bassi e Corrado Tedeschi. "Pupi -ha sottolineato Micaela Ramazzotti- ci ha tuffati nel suo mondo e ce lo ha fatto vivere e conoscere; affidandomi questo ruolo, mi ha poi consentito di esplorare un personaggio lungo un arco di vita di 50 anni. Una bella opportunità". Il film, la cui sceneggiatura è stata scritta da Pupi Avati insieme a Tommaso Avati e Claudio Piersanti, è stato girato tra Bologna e Cinecittà, dove sono stati ricostruiti ambienti e luoghi di epoche diverse. Prodotto da Duea Film e Rai Fiction, si avvale pure del repertorio delle Teche Rai per ripercorrere alcuni eventi della cronaca italiana del secondo Novecento.

Da non perdere su tv!