‘The Voice of Italy’, Francesco Facchinetti al posto di Fabio Troiano nella seconda edizione?

Fabio TroianoFabio TroianoA meno di una settimana dalla finale di 'The Voice of Italy', in Rai già si pensa a una seconda edizione del format, complici gli ascolti totalizzati nelle ultimi settimane e l'apprezzamento dimostrato dal pubblico.

Stando a quanto riportato da Novella 2000, a Viale Mazzini sarebbero tanto soddisfatti dei risultati raggiunti dal nuovo talent canoro da considerarlo uno dei programmi su cui puntare in autunno: 'The Voice' andrebbe così a sfidare 'X Factor', la cui messa in onda è prevista proprio per lo stesso periodo, in un testa a testa con il fortunato show di Sky che proprio cinque anni fa debuttò su Rai2.

Sembra dunque destinata a proseguire l'avventura televisiva dei quattro coach che nelle ultime settimane hanno tenuto banco nella prima serata del giovedì: Raffaella Carrà, Riccardo Cocciante, Noemi ma soprattutto Piero Pelù sembrano avere conquistato anche i vertici di Viale Mazzini, oltre che pubblico e critica, ma non tutti i protagonisti di 'The Voice' potrebbero rivelarsi così fortunati. Secondo il settimanale, infatti, l'unica "stonatura" in un programma per il resto convincente sarebbe Fabio Troiano: l'attore non sembra a suo agio nelle vesti di conduttore, tanto da fare ipotizzare una sostituzione con Francesco Facchinetti, che dopo una lunga assenza televisiva e il flop di 'Rai Boh' potrebbe finalmente tornare in prima serata sfidando Alessandro Cattelan, che proprio a 'X Factor' aveva preso il suo posto.

'The Voice of Italy', guarda lo speciale di Yahoo! Tv

In effetti, sin dalle primissime battute di 'The Voice' il pubblico non aveva nascosto lo scetticismo nell'osservare Troiano destreggiarsi con i ritmi televisivi: dalle puntate registrate delle Blind Audition alle dirette delle ultime settimane, i veri protagonisti dello show sono sempre stati i quattro coach, che hanno più volte salvato il programma da una conduzione decisamente sottotono. Forse proprio per aiutarlo a gestire il panico da palcoscenico (televisivo), gli autori hanno deciso di fornire a Troiano una spalla chiamando l'affascinante veejay Carolina Di Domenico a gestire la parte social del programma: un escamotage che è riuscito a ravvivare almeno in parte la conduzione, complice il fatto che la Di Domenico abbia più volte fatto dell'ironia sulla questione, citando in diretta alcuni tweet proprio sulla mancanza di verve di Troiano.

A sua discolpa, l'attore può ben dire di avercela messa tutta: all'inizio più timido e defilato, nonostante il vantaggio dato dalle registrazioni, nel corso dei Live ha provato la linea aggressiva, interagendo maggiormente con i cantanti in gara, con la collega nella postazione social e punzecchiando anche i coach, portandoli a volte anche a reagire: "Stasera voglio essere bastardo", ha detto Troiano nel corso della semifinale. Non sempre però la buona volontà garantisce il successo, e se l'indiscrezione di Novella dovesse rivelarsi esatta Troiano presto potrà tornare a dedicarsi alla sua vera vocazione: la recitazione.

Leggi tutti gli articoli di Yahoo!Tv

Guarda i video più curiosi sui personaggi televisivi

Da non perdere su tv!