‘Elementary’, su Rai 2 la nuova serie tv con un moderno Sherlock Holmes

La domenica sera di Rai 2 si tinge di giallo: dal 13 gennaio in prima serata debutta 'Elementary', la serie della Cbs ideata da Rob Doherty basata sulle avventure di Sherlock Holmes, l'infallibile investigatore nato dalla penna di Arthur Conan Doyle. La serie è una rilettura in chiave moderna dell'opera e del personaggio della fine del 1800, con Johnny Lee Miller nei panni dell'Holmes del XXI secolo e Lucy Liu nelle inedite vesti di uno Watson al femminile.

L'adattamento racconta le avventure dell'ex consulente di Scotland Yard Sherlock Holmes, che appena uscito da una clinica di riabilitazione, dove era stato ricoverato per abuso di alcol e droghe, si trasferisce a New York e accetta di collaborare con il dipartimento di polizia della Grande Mela per risolvere i casi più particolari e complessi. Ad affiancarlo nelle indagini Joan Watson, ex chirurgo dal difficile passato, in una coppia esplosiva che, tra un litigio e l'altro, riuscirà anche a trovare soluzioni ai crimini più ingegnosi. Nessun risvolto amoroso, però, tra i due protagonisti, nonostante la volontà di "cambiare sesso" al fidato Watson: "Questa serie racconta l'evoluzione di un'amicizia", ha spiegato Carl Beverly, produttore esecutivo della serie, sottolineando come il rapporto uomo-donna, a differenza di altri telefilm, qui passi in secondo piano.

'The Following', nella nuova serie Fox Kevin Bacon dà la caccia ai serial killer

Secondo tentativo dopo 'Sherlock' della BBC di riportare in auge uno dei personaggi più noti della letteratura di fine XX secolo, la prima stagione di 'Elementary', composta di 24 episodi, ha debuttato con successo sulla Cbs lo scorso 27 settembre, convincendo la rete a confermarla per un secondo anno. Non resta che vedere come reagirà il pubblico italiano, che potrà seguire le avventure del moderno Sherlock Holmes ogni domenica alle 21.45 su Rai 2.

Da non perdere su tv!