Nicollette Sheridan, niente risarcimento da ‘Desperate Housewives’

Nicolette Sheridan - Foto GettyAmara delusione per Nicollette Sheridan, la Edie Britt di 'Desperate Housewives': l'attrice si è vista negare anche dalla Corte Suprema il risarcimento da 6 milioni di dollari (ma la richiesta iniziale era addirittura di 20) chiesto alla Abc dopo essere stata licenziata.

'Desperate Housewives', una morte illustre per il gran finale

La Sheridan, uscita di scena nella quinta stagione, aveva intentato causa al network accusando l'autore della serie, Marc Cherry, di averla schiaffeggiata. Proprio in seguito allo scontro, sempre secondo quanto sostenuto dall'attrice, Cherry avrebbe deciso di uccidere il personaggio di Edie mettendo Nicollette davanti al fatto compiuto.

'Desperate Hosewives', l'addio dopo otto stagioni

Cherry, dal canto suo, aveva negato le accuse, sostenendo che alla base del licenziamento ci fosse la poca professionalità dell'attrice e le conseguenti tensioni sul set, in cui sembrava fossero coinvolte anche le colleghe Felicity Huffmann e Eva Longoria. Le due parti erano dunque finite in tribunale, ma in primo grado il processo era stato dichiarato nullo a causa del mancato raggiungimento di un verdetto all'unanimità.

Non soddisfatta, la Sheridan non si è data per vinta e si è rivolta alla Corte Suprema. Anche in questo caso, però, il processo si è concluso con un nulla di fatto per l'attrice, mettendo definitivamente la parola fine allo scontro tra l'ex casalinga disperata e la Abc.

Celeb Look: Promossi e BocciatiI look migliori e peggiori delle celebrities!

Caricamento...